Notizia

Obbligo di utilizzo delle perdite pregresse - Presenza di detrazioni fiscali - Effetti

Pubblicato il 07 giugno 2024 Sole24Ore, Eutekne

L'art. 84 co. 1 del TUIR prevede che le perdite di precedenti esercizi possano essere computate in diminuzione del reddito complessivo in misura tale che l'imposta corrispondente al reddito imponibile risulti compensata da eventuali crediti di imposta, ritenute alla fonte a titolo di acconto, versamenti in acconto, e dalle eccedenze di cui all'art. 80 del TUIR.
In altri termini, questa norma attribuisce all'impresa la facoltà di decidere (alternativamente) se:
  • compensare le perdite per tutto l'ammontare possibile secondo la norma;
  • utilizzare solo la parte della perdita necessaria a far emergere un reddito complessivo netto cui corrisponde un'imposta lorda interamente assorbita dai crediti d'imposta, dalle ritenute e dalle eccedenze di imposta scomputabili ai sensi dell'art. 80 del TUIR, senza che si renda comunque dovuta alcuna IRES e potendo così riportare in avanti le perdite fiscali rimaste inutilizzate.
Tuttavia, la possibilità di ridurre l'ammontare delle perdite da utilizzare, in modo da lasciare un reddito positivo al fine di consentire lo scomputo di crediti d'imposta, ritenute e acconti, non vale nel caso in cui l'imposta si azzeri per effetto di detrazioni d'imposta. Questa impostazione si rinviene anche nella risposta a interpello Agenzia delle Entrate 13.1.2023 n. 30, che ha trattato la fattispecie partendo da un caso riguardante l'utilizzo dell'ACE.

Prossime scadenze

Calendario
Scadenza del 17 giugno 2024
Mod. 730/2024

Per le dichiarazioni presentate al CAF / professionista abilitato entro il 31.5:consegna al dipendente / pensionato / collaboratore del mod. 730 e del prospetto di liquidazione mod. 730-3;invio t...

Scadenza del 17 giugno 2024
Iva Liquidazione mensile

Liquidazione IVA riferita al mese di maggio e versamento dell’imposta dovuta.

Scadenza del 17 giugno 2024
Irpef Ritenute alla fonte su redditi di lavoro dipendente e assimilati

Versamento delle ritenute operate a maggio relative a redditi di lavoro dipendente e assimilati (collaboratori coordinati e continuativi – codice tributo 1001).

Scadenza del 17 giugno 2024
Irpef Ritenute alla fonte su redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate a maggio per redditi di lavoro autonomo (codice tributo 1040).