Notizia

Dilazione su più atti – modalità di calcolo

Pubblicato il 14 settembre 2023 Il Sole 24 Ore; Eurocoference; Eutekne; Seac;

Mancano pochi giorni al 2.10.2023, termine entro il quale occorre presentare la domanda di definizione delle liti pendenti di cui all'art. 1 co. 186 della L. 197/2022. Rimangono, tuttavia, ancora alcune questioni aperte, riguardanti soprattutto la corretta quantificazione di quanto versare. Ad esempio, non è agevole determinare quanto versato in pendenza di giudizio: secondo la L. 197/2022bisogna sottrarre dal totale tutte le somme versate a qualunque titolo nelle more del contenzioso, ad eccezione di quelle destinate all'Agente della riscossione, ma non si tratta di una informazione facilmente reperibile. In caso di pagamenti dilazionati riferiti a più atti impositivi impugnati, poi, per il computo occorre distinguere tutti i vari componenti (capitale, interessi, sanzioni e così via). La questione si complica nel caso in cui il sistema non indichi gli interessi del piano di rateazione già versati. Non tutte le questioni sono, infatti, state risolte dall'Agenzia delle Entrate.


Prossime scadenze

Calendario
Scadenza del 16 luglio 2024
Iva Liquidazione mensile

Liquidazione IVA riferita al mese di giugno e versamento dell’imposta dovuta.

Scadenza del 16 luglio 2024
Irpef Ritenute alla fonte redditi di lavoro dipendente e assimilati

Versamento delle ritenute operate a giugno relative a redditi di lavoro dipendente e assimilati (collaboratori coordinati e continuativi – codice tributo 1001).

Scadenza del 16 luglio 2024
Irpef Ritenute alla fonte redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate a giugno per redditi di lavoro autonomo (codice tributo 1040).

Scadenza del 16 luglio 2024
irpef Ritenute alla fonte dividendi

Versamento delle ritenute operate (26% - codice tributo 1035) relativamente ai dividendi corrisposti nel secondo trimestre per:partecipazioni non qualificate;partecipazioni qualificate, derivanti...